Pignoramento casa

Troppi debiti, soluzioni, alternative.
Regole del forum
Il titolo dell'argomento deve rendere l'idea della problematica. Il titolo deve iniziare con la lettera maiuscola e terminare con il punto. Vietate le parole " Aiuto" e "Urgente"
Messaggio
Autore
Eugenio75

Nuovo Utente
Messaggi: 4
Iscritto il: 10 ago 2017, 22:47

Pignoramento casa

#1 Messaggio da leggere da Eugenio75 » 11 ago 2017, 11:17

Buongiorno a tutti, sono nuovo del forum.
Voglio farvi presente la mia situazione. Ad agosto 2013 ho fatto un prestito Compass netto erogato 20.000, finanziato 21.764 da restituire in 84 rate da 366,15. Ho pagato fino a febbraio 2016, poi ho perso il lavoro e non ho più pagato. Mi hanno dichiarato decaduto dal beneficio del termine e pretendono 18.000 e rotti. Sono stato contattato da vari recupero crediti, ma gli ho sempre risposto che non ho lavoro e non posso pagare.
Le mie domande sono queste: ho casa di proprietà si tratta di una villetta monofamiliare che vale sui 180.000, pensate che me la esproprieranno?
Sono in trattativa con un nuovo datore di lavoro, se mi assume dopo quanto tempo pensate lo scopriranno? Voglio prima restituire un po’ di soldi a parenti ed amici che mi stanno adesso aiutando.
Grazie per le risposte che mi darete.

Avatar utente
cagliostro49

Esperti
Messaggi: 24293
Iscritto il: 23 ott 2010, 21:03

Re: Pignoramento casa

#2 Messaggio da leggere da cagliostro49 » 11 ago 2017, 11:55

Eugenio75 ha scritto:
11 ago 2017, 11:17
Buongiorno a tutti, sono nuovo del forum.

welcomeani

Voglio farvi presente la mia situazione. Ad agosto 2013 ho fatto un prestito Compass netto erogato 20.000, finanziato 21.764 da restituire in 84 rate da 366,15. Ho pagato fino a febbraio 2016, poi ho perso il lavoro e non ho più pagato. Mi hanno dichiarato decaduto dal beneficio del termine e pretendono 18.000 e rotti.

E' la prassi. Tutto nella norma.......

Sono stato contattato da vari recupero crediti, ma gli ho sempre risposto che non ho lavoro e non posso pagare.
Le mie domande sono queste: ho casa di proprietà si tratta di una villetta monofamiliare che vale sui 180.000, pensate che me la esproprieranno?

Sulla carta potrebbero,ma di fatto nel 90% dei casi,non lo fanno. Il sistema finanziario,al contrario di un creditore privato,ha diverse alternative (anche fiscali)per guadagnare pure quando perde. Alternative che non sto qui ad elencarti per non appesantire il post,ma che ripetiamo almeno due volte al giorno (prima e dopo i pasti)......... eheh.gif] Ma la ragione è anche un'altra : quel sistema non si avventura in aggressioini immobiliari che sono comunque lunghe e aleaorie. Loro hanno interesse di chiudere gli insoluti nel più breve tempo possibile,quindi òptano quasi sempre per un pignoramento c/o terzi (stipendio) in mancanza,svèndono alle discariche di rifiuti finanziari perchè per loro aspettare anni per un recupero,è controproducente...........

Sono in trattativa con un nuovo datore di lavoro, se mi assume dopo quanto tempo pensate lo scopriranno? Voglio prima restituire un po’ di soldi a parenti ed amici che mi stanno adesso aiutando.

Dipende da chi gestisce l'insoluto e dal software di controllo in dotazione. Quindi possono saperlo subito come dopo un anno o due....dipende.....
LA NOBILTA' DELLO SCHIAVO E' LA RIBELLIONE !

Eugenio75

Nuovo Utente
Messaggi: 4
Iscritto il: 10 ago 2017, 22:47

Re: Pignoramento casa

#3 Messaggio da leggere da Eugenio75 » 11 ago 2017, 21:19

Grazie Cagiostro per la cortese risposta

Luigi67

Utente
Messaggi: 38
Iscritto il: 30 lug 2017, 10:34

Re: Pignoramento casa

#4 Messaggio da leggere da Luigi67 » 11 ago 2017, 22:45

Concordo nel pensare che per quella cifra non pignoreranno, il gioco non vale la candela!
Pensa a trovare di nuovo lavoro, poi si vedrà.

Eugenio75

Nuovo Utente
Messaggi: 4
Iscritto il: 10 ago 2017, 22:47

Re: Pignoramento casa

#5 Messaggio da leggere da Eugenio75 » 12 ago 2017, 21:12

Vorrei un chiarimento: perchè pensate che la finanziaria non abbia interesse a pignorare se la casa vale circa 10 volte il credito, non avrebbe buone possibilità di recuperare tutto?

Luigi67

Utente
Messaggi: 38
Iscritto il: 30 lug 2017, 10:34

Re: Pignoramento casa

#6 Messaggio da leggere da Luigi67 » 13 ago 2017, 10:51

Il vantaggio per la banca/finanziaria di cedere questo tipo di crediti è duplice. La differenza tra prezzo di vendita ed il valore nominale del credito viene portato a perdita con un bel risparmio fiscale, quindi recuperare SUBITO una bella percentuale del credito, è vero che non è l’intero importo ma, per il principio dell’equivalenza finanziaria, un euro oggi vale di più di un euro tra dieci anni ed oltre. Nei bilanci delle banche/finanziare non possono figurare crediti a sofferenza oltre una certa percentuale rispetto all’attivo patrimoniale, quindi sbarazzandosi SUBITO di questi crediti possono proseguire la loro attività senza dover incrementare il loro capitale sociale e/o effettuare altre operazioni di bilancio che sostanzialmente ridurrebbero gli utili.
Quindi, per i crediti d’importo non rilevante, perché avviarsi su di una procedura espropriativa lunga, dove tutti i costi (che non sono di poco conto) devono essere anticipati dal creditore e che, per un cavillo procedurale, può essere addirittura annullata, quando i vantaggi economici immediati al valore di oggi valgono quanto, se non di più, di quelli che sarebbe possibile conseguire tra molti anni?

Avatar utente
cagliostro49

Esperti
Messaggi: 24293
Iscritto il: 23 ott 2010, 21:03

Re: Pignoramento casa

#7 Messaggio da leggere da cagliostro49 » 13 ago 2017, 11:03

Eugenio75 ha scritto:
12 ago 2017, 21:12
Vorrei un chiarimento: perchè pensate che la finanziaria non abbia interesse a pignorare se la casa vale circa 10 volte il credito, non avrebbe buone possibilità di recuperare tutto?

Te l'ho detto,il nemico è il tempo ! Pignorare e mettere all'asta un immobile è sempre un procedimento lungo e tortuoso. Al contrario,quei 20.000 euro (assieme a chissà quanti altri) se proprio non c'è verso di recuperarli,li metteranno in perdita di bilancio dopo aver riempito il cassonetto rifiuti ed averlo <svenduto> ad una mega-discarica di riciclo tipo Ifis,Marte,Creditech (controllata al 100% proprio da Compass), etc.Con questi legalissimi giochi di prestigiditazione finanziaria,i filibustieri guadagnano pure quando pèrdono. La finanza speculativa sa bene che i soldi,veri o virtuali,sono come l'acqua : non deve stare mai ristagnare,sennò <<puzza>> ...........

Al contrario di LUIGI che ti ha dato una spiegazione <da addetto ai lavori> la mia risposta è meno tecnica e più semplificata. Speriamo che tra tutti e due siamo riusciti a chiarirti le idee.
LA NOBILTA' DELLO SCHIAVO E' LA RIBELLIONE !

Eugenio75

Nuovo Utente
Messaggi: 4
Iscritto il: 10 ago 2017, 22:47

Re: Pignoramento casa

#8 Messaggio da leggere da Eugenio75 » 30 ago 2017, 9:17

Vi aggiorno sulla mia situazione. Ho trovato un nuovo lavoro e dal 1 settembre prendo servizio.
Secondo voi mi conviene cercare di chiudere a saldo e stralcio prima che Compass viene a sapere che lavoro di nuovo?

Avatar utente
cagliostro49

Esperti
Messaggi: 24293
Iscritto il: 23 ott 2010, 21:03

Re: Pignoramento casa

#9 Messaggio da leggere da cagliostro49 » 30 ago 2017, 10:41

Dipende. Se proponi uno stralcio,(diciamo 8.000 ) la prima cosa che farà Compass sarà verificare la tua solvibilità chiedendosi il perchè di questa proposta ! Questo significa che appena appurato che hai un reddito (il tempo di una telefonata)non accetteranno gli 8.000.....A questo punto la posta si alza, e nessuno può sapere di quanto. Ma indipendetnemente da ciò,la cosa da sapere è sempre una : l'accoglimento dello stralcio non ti restituirà la verginità finanziaria,cioè rimarrai sempre e comunque segnalato nelle blacklist !|

Detto questo devi anche valutare se la situazione debitoria è solo con Compass oppure hai altre pendenze. Infatti se ci sono altri creditori in agguato,il pignoramento ti rende immune da qualsiasi altro assalto !
LA NOBILTA' DELLO SCHIAVO E' LA RIBELLIONE !

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite