Devo smettere di pagare l'affitto

Home Forum Affitto-La locazione Devo smettere di pagare l'affitto

Questo argomento contiene 4 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Avatar carpediem 1 mese, 2 settimane fa.

  • Autore
    Articoli
  • #4120
    Avatar
    carpediem
    Partecipante

    Buongiorno,

    sono carpediem, l’utente che era presente anche nel precedente forum, comunque non so chi di voi si ricorda della mia storia. Per problemi economici ho dovuto lasciare la casa dove abitavo insieme alla mia famiglia  per il canone troppo alto ( circa 1000€ mensili ).

    Insieme alla mia famiglia siamo andati ad abitare in una zona isolata, ed è successo che mia moglie è caduta in depressione, non esce di casa, non si trova assolutamente bene. Quindi, sono costretto a cambiare casa.

    Il problema è che ora per cambiare casa non ho soldi, l’unico modo che ho è di smettere di pagare l’affitto. Mi trovo a dover scegliere tra due mali, vedere soffrire mia moglie e continuare a stare nell’attuale casa, o per il bene familiare smettere di pagare l’affitto racimolare un po’ di soldi e andare via in una zona dove abitavamo precedentemente in cui lei stava bene.

    Aggiungo inoltre che il posto non è nemmeno adatto ai nostri figli, troppo isolato.

    In ogni caso io lo sapevo che andavo in un posto così, ma non credevo che mia moglie sarebbe caduta in depressione per questo motivo.

    Voi che ne pensate?

     

  • #4128
    Claudio
    Claudio
    Amministratore del forum

    Se smetti di pagare, dopo 3 mesi ti arriva ingiunzione di sfratto, verrai convocato in Tribunale, dove il Giudice ti darà il beneficio di Legge di mesi tre per rientrare dal debito e fisserà l’udienza a 90 giorni.
    Se alla seconda udienza, non avrai soddisfatto il debito, convaliderà lo sfratto.
    Successivamente la palla passerà all’uff. Giudiziario, che per due volte potrà rinviare lo sfratto di 30 giorni, se ci sai fare anche tre volte.
    Quindi da oggi hai 5/6 mesi per accantonare quanto ti serve.

  • #4129
    Avatar
    carpediem
    Partecipante

    Ciao Claudio,

    so bene che moralmente quello che intendo fare non è corretto, però non so come fare altrimenti. Diciamo che per la mia città ( Roma ) i tempi che hai enunciato tu sono ottimistici. Normalmente uno sfratto esecutivo con le forze dell’ordine avviene in circa 10-12 mesi. Forse. Ma non è questo il punto, è che mi trovo mentalmente in difficoltà ad agire in maniera scorretta, ma non posso chiedere prestiti e non posso fare affidamento su nessuno.  L’unico modo è racimolare il più possibile per andare via.

     

    Domanda:

    mi conviene mandare disdetta ad Agosto o mi darei la zappa sui piedi? Nel secondo caso, perché sarebbe un errore?

     

     

  • #4130
    Claudio
    Claudio
    Amministratore del forum

    E non è corretto nemmeno morire.
    Nessuna disdetta, altrimenti la morosità può essere considerata voluta.
    C’è una Legge:
    Morosità incolpevole.
    Quando riceverai ingiunzione di sfratto, recati con quella presso L’URP della tua circoscrizione, se dimostri che non puoi pagare, il Comune dovrebbe (condizionale) sopperire agli affitti arretrati.
    Dico ” dovrebbe” perché come tutte le Leggi, anche questa ha le sue falle.
    Per esempio per il mio Comune le domande vanno inoltrate entro il mese di Maggio (?)
    Cazzolina…e se non riesco a pagare agosto, Settembre, Ottobre, devo aspettare Maggio del prossimo anno?
    Io, posso aspettare, ma il padrone di casa?
    Ci pensa il comune a rassicurarlo? Che faccio nel frattempo se mi saltano altri mesi?
    Questo nella pratica non l’ho appurato, è da definire di persona, e poi, ogni Comune ha le sue regole.
    Dovrai interessarti al momento opportuno.
    Leggiti Morosità incolpevole

  • #4219
    Avatar
    carpediem
    Partecipante

    E non è corretto nemmeno morire. Nessuna disdetta, altrimenti la morosità può essere considerata voluta. C’è una Legge: Morosità incolpevole. Quando riceverai ingiunzione di sfratto, recati con quella presso L’URP della tua circoscrizione, se dimostri che non puoi pagare, il Comune dovrebbe (condizionale) sopperire agli affitti arretrati. Dico ” dovrebbe” perché come tutte le Leggi, anche questa ha le sue falle. Per esempio per il mio Comune le domande vanno inoltrate entro il mese di Maggio (?) Cazzolina…e se non riesco a pagare agosto, Settembre, Ottobre, devo aspettare Maggio del prossimo anno? Io, posso aspettare, ma il padrone di casa? Ci pensa il comune a rassicurarlo? Che faccio nel frattempo se mi saltano altri mesi? Questo nella pratica non l’ho appurato, è da definire di persona, e poi, ogni Comune ha le sue regole. Dovrai interessarti al momento opportuno. Leggiti Morosità incolpevole

     

    Grazie Claudio, mi leggo l’articolo che hai postato, se ho mandato proseguo in questo post.

     

    Certo che fanno le leggi e poi sono applicabili solo in determinati periodi dell’anno, come dici tu, se uno ha difficoltà nei mesi successivi a Maggio che fa? Mah!

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.