Pignoramento presso terzi

Home Forum Decreti Ingiuntivi-Precetti-Pignoramenti Pignoramento presso terzi

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Claudio Claudio 4 mesi, 2 settimane fa.

  • Autore
    Articoli
  • #2250
    Avatar
    mrpanino
    Partecipante

    Salve sono un iscritto del precedente forum,ho bisogno di sapere come muovermi per
    evitare il pignoramento della mia unica fonte di reddito,che in questo caso è la pensione di invalidità che viene veicolata dall’inps sulla carta libretto ordinario,sono nullatenente,ho moglie a carico mio,e mio figlio disoccupato,non posseggo nulla,ne auto,ne moto,ne case,nulla
    la pensione prima era di 900 euro e avendo fatto l’incasso allo sportello,avevo risolto il problema,ora con i vari aumenti arrivo a 1100 euro,quando,la posta ha cominciato a darmi problemi sono stato costretto a fare questa carta per l’accredito,il credito è di circa 4500 euro o più,ed è frutto di un procedimento
    fatto da un avv.d’uffico che sotto sotto si è approfitato della mia ingenuità per un semplice reato,che fra l’altro sono stato assolto,ora è tornato alla carica con un nuovo precetto,poichè non vuole rinunciare alla sua parcella,il giudicemi ha assoltodal reato ma non dalle spese del legale,scusate il mio lungo post,spero di essere stato il più chiaro possibile,spero di poter riuscire a sopravvivere,anche se la cifra potrà sembrare misera,per me è un patrimonio irraggiungibile
    Distinti Saluti

  • #2251
    Claudio
    Claudio
    Amministratore del forum

    Certo che è una bella cifra, forse eccessiva, ti dovrebbe aver difeso per tentato omicidio.
    Hai due soluzioni:
    Soccombere e lasciarti pignorare 80 € mese, questo è il massimo in base ala tua pensione.
    Combattere.
    Sicuramente l’Avvocaticchio non ha concordato con te il preventivo di spesa che va proposto e controfirmato per accettazione, e forse non ti ha emesso fatture.
    Se non ha emesso fatture puoi denunciarlo alla G.d.F.
    Se non ha concordato il preventivo lo puoi segnalare all’ardine degli Avvocati con rimostranze sull’esosità della parcella, e eventualmente se non lo ha fatto, segnalare la mancata fatturazione.
    Non hai altre scelte.
    A te la decisione.

    • Questa risposta è stata modificata 4 mesi, 2 settimane fa da Claudio Claudio.
  • #2262
    Avatar
    mrpanino
    Partecipante

    Penso che per prima cosa vado al tribunale per vedere
    gli atti del procedimento,la sola cosa di cui sono in possesso è uma sua lettera ,senza data e non firmata dell’ammontare della spesa,mi informerò più dettagliatamente sul suo status operandi,a suo tempo già gli feci una proposta di raetizazzione quando la ricevetti,ma lui non accettò,poi tutto si risolse,poichè feci l’incasso allo sportello,ora penso che riandrò all’inps per farmi
    fare l’accredito di nuovo allo sportello,poi alla posta,spero bene,in alernativa potrei fare una carta prepagata difficilmente rintracciabile con iban, per ovviare al problema?
    Distinti Saluti
    grazie per l’attenzione e i consigli

  • #2263
    Claudio
    Claudio
    Amministratore del forum

    Vedo che manca la conoscenza basilare.
    Un C/C dove transita solo lo stipendio/pensione,non può essere bloccato o pignorato. Ok che le poste non lo sanno è c’è da litigare,ma la Legge e’ Legge.

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.