Recupero credito e rinuncia eredita .

Home Forum Debiti e indebitamento Recupero credito e rinuncia eredita .

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da Claudio Claudio 1 mese, 3 settimane fa.

  • Autore
    Articoli
  • #2671
    Avatar
    Ale70leone
    Partecipante

    Buongiorno ,
    mia suocera aveva fatto dei finanziamenti con FINDOMESTIC che non ha potuto onorare ( non so la data ) .
    Nel 2015 gli arrivo’ una lettera , una semplice prioritaria quindi non raccomandata, da una societa’ recupero crediti LOCAM SOLUTION che intimava un debito di € 10.000,00 circa, che avrebbero stralciato a € 4.000,00 se pagato subito .
    Non abbiamo risposto a questa lettara in quanto mia suocera non possiede niente , solo un’auto , in quanto le case sono intestate ai figli e la pensione alla quale c’era gia la detrazione di 1/5 per altro prestito ( finito di pagare a Maggio 2018 )
    E infatti non si e’ fatto sentire piu’ nessuno da allora .
    Ora essendo mia suocera e’ venuta a mancare un mesetto fa , la mia domanda era se per questo debito possono ritornare alla carica con gli eredi ( i figli ) e se quindi conviene fare la rinuncia all’eredita ‘ .
    E se si , conviene fare la rinuncia totale all’eredita’ o la rinuncia con beneficio di inventario .
    Grazie

  • #2672
    Claudio
    Claudio
    Amministratore del forum

    Salve e benvenuto.
    Da quel che scrivi, sembra che nella pratica i figli non hanno ereditato nulla.
    Comunque nel dubbio così si esprime il codice civile:
    Erede beneficiato
    L’erede beneficiato è la persona che accetta l’eredità con beneficio d’inventario. L’accettazione con beneficio d’inventario permette all’erede di evitare la confusione del proprio patrimonio con quello ereditario, e lo solleva dall’obbligo di dover rispondere dei debiti del defunto al di fuori dei limiti delle attività ereditate.

    E comunque personalmente non preoccuperei più di tanto, la cifra è “Esigua” eredità salvo errori non ne leggo, pertanto ci può sempre stare un tentativo di recupero, a volte ci provano, senza insistere (rischiano la tentata truffa) ma ci provano.

    • Questa risposta è stata modificata 1 mese, 3 settimane fa da Claudio Claudio.
  • #2681
    Avatar
    marcob84
    Partecipante

    purtroppo ale devo deluderti..i creditori con la legge 524 rendono vana ogni rinuncia all eredita….te la scrivo la legge 524 del codice civile impedisce che il chiamato all eredita sia indotto a rinunciare all eredita sapendo che questa si devolverebbe ai suoi stretti familiari.cio consentirebbe al rinunziante di conseguire un vantaggio seppur indiretto in danno alle ragioni dei creditori….purtroppo ale sono più furbi anche di noi con loro non ce via d uscita

  • #2684
    Claudio
    Claudio
    Amministratore del forum

    Marco forse fai un po’ di confusione, l’art 524 del C.C. e non la…legge e successive sentenze della Cassazione, per farla breve si riferiscono ad una rinuncia da parte di un debitore.
    Se, un debitore causa fallimento (esempio) rinuncia ad un’eredità che potrebbe soddisfare i creditori, questa rinuncia può essere revocata.
    Come dire, son fallito, rinuncio all’eredità e non vi è niente per nessuno:
    In parole spicciole.
    A questo punto, anche per abbreviare burocrazia e parcelle notarili,la figlia basta che si reca presso la cancelleria del Tribunale a dichiarare la sua rinuncia all’eredità.
    L’atto ha lo stesso valore di quello redatto da un Notaio, ad un costo limitato ai bolli di Legge.

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.