Visure

Home Forum Crif e banche dati. Visure

Questo argomento contiene 12 risposte, ha 6 partecipanti, ed è stato aggiornato da Daniele Daniele 2 mesi, 2 settimane fa.

  • Autore
    Articoli
  • #3972
    Avatar
    Veretta
    Partecipante

    Buonasera, per condividere, ho fatto la visura crif e non risulta niente, ho fatto la visura in banca d’Italia e risulta la sofferenza di Agos passata in perdita per 18.000 circa e Ifis in sofferenza per 24.000…..ladri…

  • #3973
    Claudio
    Claudio
    Amministratore del forum

    🙁

    • Questa risposta è stata modificata 3 mesi fa da Claudio Claudio.
  • #3975
    Avatar
    Veretta
    Partecipante

    Dopo un mese della cessione di Agos hanno innalzato di 6000 euro…usurai

  • #3997
    Avatar
    Legalspark
    Partecipante

    Lei sta dicendo che risulta la segnalazione di Ifis? Mi dispiace contraddirla ma IFIS non puo segnalare.

    • #4001
      Avatar
      fabisalen
      Partecipante

      Perchè contraddire sempre e comunque? smettila di fare il saccente

    • #4002
      Avatar
      Veretta
      Partecipante

      Infatti mi sta facendo fare confusione

  • #3998
    Avatar
    Veretta
    Partecipante

    Eppure c’è e sto parlando di banca d’italia mentre non risulta nulla in crif. E se non possono come mai risulta? Cosa si deve fare in questi casi?

  • #3999
    Avatar
    Veretta
    Partecipante

    E comunque non è questione di essere contradetta o meno ma io riporto quello che la Banca d’Italia mi ha inviato quindi se è scritta significa che possono farlo

  • #4000
    Avatar
    Veretta
    Partecipante

    Riguardando bene le carte che mi hanno inviato, banca ifis credifamiglia può segnalare perché fa parte di società iscritte all’albo unico di cui art 106 del testo unico bancario

  • #4068
    Avatar
    Veretta
    Partecipante

    Signor Legalspark aspetto una sua spiegazione

  • #4071
    Claudio
    Claudio
    Amministratore del forum

    Veretta
    Legalspark sbaglia.
    Come spesso accade, non dubitando affatto che sia Avvocato, dottore in Legge, abilitato pure in Cassazione (qui però dubito)
    non sempre, come in tutte le professioni essere abilitato non sta a significare essere anche capace.
    Altrimenti non esisterebbero le distinzioni tra “principi del foro” e avvocaticchi da recupero crediti.
    E veniamo al quesito:
    Banca Ifis, sottolineando BANCA può segnalare in quanto tale.
    Le altre società attualmente presenti in Italia con gli stessi diritti in qualità di società di gestione NPL non possono segnalare al pari dei recupero crediti di vecchia memoria in quanto non…Banche!
    E Legalspark si è ben guardato nel rispondere, che doveva fare? Ammettere un “mea culpa’”
    Non esiste….diciamo che non ha seguito la conversazione.
    Se continua a fare danni, seguirà la sorte di qualsiasi Troll, e non mi si venga a dire che non concedo la seconda e anche terza possibilità.
    Siamo essere umani quindi fallibili, ma ottusi è troppo.

    • Questa risposta è stata modificata 2 mesi, 3 settimane fa da Claudio Claudio.
  • #4086
    arnodorian
    arnodorian
    Partecipante

    Banca ifis può segnalare in quanto diventata banca con conti corrente e altri prodotti bancari .

  • #4115
    Daniele
    Daniele
    Amministratore del forum

    Avevamo già risposto a questo. Avevamo richiesto chiarimenti direttamente a Banca d’Italia. Risposta ricevuta recentemente (dopo quasi 2 mesi e mezzo, ormai pensavamo non rispondessero più). Ci è arrivata risposta via PEC. Quando una società che lavora con gli  NPL (crediti già segnalati/messi a sofferenza) non riesce a recuperare/pignorare e mette anch’essa in perdita, non solo PUO’ ma DEVE SEGNALARE.  Risposta molto chiara, non c’è assolutamente possibilità di aver sbagliato a capire.  Copio – incollo dal loro PDF:

    “Si  fa  riferimento  alla  Sua  nota  del  5  aprile  u.s.,  con  la

    quale Lei ha chiesto chiarimenti in ordine alla legittimità delle

    segnalazioni  a  sofferenza  in  Centrale  dei  Rischi  da  parte  del

    cessionario di un credito già segnalato a sofferenza.

    A tale riguardo, si conferma che secondo quanto previsto dalle

    norme  che  regolano  il  funzionamento  della  Centrale  dei  Rischi 1

    l’intermediario  cessionario – salvo  che  ricorrano  i  presupposti

    per  una  diversa  classificazione  – è  tenuto  a  segnalare  tra  le

    sofferenze  i  crediti  acquistati  aventi  come  debitori  ceduti

    soggetti precedentemente segnalati a sofferenza.”

     

    • Questa risposta è stata modificata 2 mesi, 2 settimane fa da Daniele Daniele.
    • Questa risposta è stata modificata 2 mesi, 2 settimane fa da Daniele Daniele.

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.