Codici Raccomandate

Il primo indizio: il colore dell’avviso
Il colore dell’avviso di consegna ci consente di avere una prima idea del suo contenuto.
L’avviso di giacenza è di colore:
bianco, se è una notifica di mancata consegna. Potrebbe in questo caso essere il risultato di un concorso pubblico, di una convocazione per una riunione di condominio o di alcune comunicazioni
verde per le multe, cioè contravvenzioni per violazioni del codice della strada, o atti giudiziari ossia quegli atti provenienti dal tribunale o notificati da soggetti privati (un avvocato, ecc.) per il tramite dell’ufficiale giudiziario del tribunale;
I codici identificativi della raccomandata
Il secondo indizio e quello più determinante perché restringe il campo è il codice, in particolare le prime due o tre cifre, della raccomandata. Ogni raccomandata ha infatti un codice identificativo univoco composto da numeri e a barre. Le cifre iniziali identificano il contenuto della raccomandata.
Vediamo insieme i principali codici
Codici 12,13,14,15
I codici 12, 13, 14, 15 (151, 152, 1513, 1514 e 1515) identificano generalmente raccomandate semplici, cioè le raccomandate effettuate da privati alla posta o online e che generalmente vengono consegnati in 4-6 giorni lavorativi.
Codici 63, 65, 630 e 650
I codici 63, 65, 630 e 650 possono contenere atti o comunicazioni legate al mondo pensionistico, accertamenti vari, diffide o notifiche ma anche informazioni legate a visite mediche.
Codici 75, 76, 77, 78, 79
I codici che iniziano con le seguenti due cifre 75,76,77,78,79 identificano multe, atti giudiziari (ad esempio: provvedimenti del Tribunale o atti di citazione) o comunicazioni dell’Agenzia delle Entrate.
Codici 608 e 609
Gli avvisi di giacenza con codice identificativo iniziale 608 e 609 riguardano comunicazioni della Pubblica Amministrazione, ad esempio l’invio della Carta di Identità.
Codici 612, 614 o 693
I codici 612 614 o 693 identificano comunicazioni provenienti da banche, altri istituti di credito o Poste Italiane. In alcuni casi potrebbe trattarsi anche di comunicazioni dell’Agenzia delle Entrate
Codici 613 e 615
I Codici 613 e 615 segnalano comunicazioni provenienti l’Agenzia delle Entrate ad esempio notifiche di multe o imposte non pagate. In alcuni casi questi codici potrebbero identificare anche comunicazioni di Poste Italiane o INPS
Codice 616
Il codice 616 individua diverse tipologie di mittenti e comunicazioni, potrebbe trattarsi del mancato pagamento del bollo, di un richiamo dell’auto, di un sollecito di pagamento o di una comunicazione dell’Agenzia delle Entrate.
Codici 648, 649, 669.
I codici 649 e 669 potrebbero contenere carte di credito o bancomat di istituti di credito. In alcuni casi potrebbe trattarsi ancora di richieste di pagamento dell’Agenzia delle Entrate.
Codice 665
Il codice 665 riguarda comunicazioni concernenti sinistri stradali o le assicurazioni in generale.
Codice 668
Il 668 è il codice che traccia le comunicazioni di natura amministrativa e giurisprudenziale: avvisi di garanzia, mandati di comparizione, citazioni in tribunale, multe stradali ed altre richieste dell’autorità giudiziaria
Codici 670, 671, 689
I codici 670, 671, 689: identificano la cartella di Equitalia
Quali codici sono quelli più indesiderati o pericolosi?
Riepilogando, i codici più “pericolosi”, cioè quelli che individuano le raccomandate che nessuno vorrebbe ricevere sono:
616 che riguarda un avviso di mancato pagamento come il bollo auto.
613 e 615 generalmente multe, imposte non pagate o comunque comunicazioni dell’Agenzia delle entrate.
670,671 e 689 generalmente sono cartelle esattoriale dello stato.
63, 65, 630 e 650 possono contenere atti o comunicazioni legate al mondo pensionistico, accertamenti vari, diffide o notifiche ma anche informazioni legate a visite mediche.