ISEE corrente.

In questi giorni, anche a seguito dell’introduzione del reddito di cittadinanza che come ben sapete il fattore fondamentale che fa testo è la dichiarazione ISEE al di là dei molteplici paletti introdotti, alcuni giusti, altri superflui taluni ridicoli.

Mi sono sorte alcune domande.

Se l’ ISEE si riferisce all’ultimo anno, mettiamo che io o il coniuge, o figlio ha  lavorato in quel periodo ed è disoccupato/a senza reddito nell’anno corrente.

Dall’ISEE risulta un reddito ( vuoi da lavoro, vuoi da NASpl ( Indennità mensile di disoccupazione).

Pertanto che devo fare? Devo aspettare un ulteriore anno affinché risulti che nell’anno precedente non è stato percepito nessun reddito?

La risposta è (per fortuna ) NO!

Come si agisce:

dopo aver richiesto o presentato il modello ISEE, si fa richiesta (Pensionati ) o si presenta l’ISEE corrente.

L’ ISEE corrente consiste

in un ISEE aggiornato dei redditi e trattamenti degli ultimi 12 mesi (o 2 mesi, in tal caso i redditi saranno moltiplicati da INPS per 6 al fine di rapportarli all’intero anno, se il lavoratore è dipendente a tempo indeterminato per il quale sia intervenuta la perdita, sospensione o la riduzione dell’attività lavorativa) quando si siano verificate rilevanti variazioni del reddito a seguito di eventi avversi come la perdita del posto di lavoro.

INPS mette a disposizione una serie di informazioni utili sulla riforma dell’ ISEE e una tabella sulle prestazioni di welfare( vedi tabella) per le quali è prevista la presentazione della dichiarazione.

E aggiornamento, da Settembre di quest’anno, grazie (!) agli incroci di dati, sarà disponibile l’ISEE precompilato, così come già per il mod. 730