Perchè le Banche fanno…crack.

Come per tutte le disgrazie, le brutte vicende, il fattore di massima non è un singolo imprevisto, ma la concomitanze di più cause.

A volte prevedibili…”imprevisti” a volte cattiva gestione, si tratta di soldi, molti, ci vuole cautela, in special modo sapendo che non tutti quelli in ” Cassa” sono di proprietà delle Banche.

Parliamo ora di un fattore, che ci riguarda, e gira che ti rigira cadiamo sempre lì.

Consideriamola Finanza creativa, e cercherò di semplificare.

La solidità di una Banca, nemmeno a dirlo, dipende da quanti soldi ha, è per dirla come loro, di quanto credito (Fiducia ) godono.

A fine anno stilano il bilancio, che se controllato dalle competenti autorità di vigilanza risulta corretto, corretto secondo una regola sbagliata.

Il maggior guadagno delle banche è su i prestiti in generale, ai piccoli come i consumatori, ai grandi come gli imprenditori, ai mega come alle industrie.

Bilancio di fine anno e previsioni per il prossimo:

Totale spese

Totale Prestiti

Totale ricavi dagli interessi su i prestiti.

Perfetto…solo che nella media Nazionale il 17% dei prestiti non viene restituito, quantificare in cifre è impossibile, e comunque varia da banca a banca.

E il 17% è una bella fetta, la maggiore tra i paesi Europei.

E comunque…stiracchiano, i mancati guadagni dovuti al pagamento dei prestiti, a fine anno vengono messi in perdita, si fa differenza tra dare ed avere, e non si pagano le tasse.

Ora, la BCE che disposizioni ha dato?

Liberarsi di tutti i crediti insoluti, quelli che non vengono rimborsati e ogni anno facendo finta di niente continuano prima…ad essere considerati prossimi utili, e a fine anno perdite.

Un giochino che non regge più.

Pertanto svendendo a niente tutti questi presunti crediti, il patrimonio fittizio, cartaceo, si assottiglia, sino a quando le uscite superano le entrate.

E così fa crack…poi, si parla si dice, han prestato soldi agli amici degli amici (parliamo di Milioni di euro) questo o quello, fatto sta che una banca semifallita, fa fallire risparmiatori che hanno acquistato loro azioni e hanno investito in loro prodotti.

Semplice.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

33+

Share: