Pignoramento reddito con troppe trattenute

Il calcolo del rateo di pignoramento previsto dall’art. 545 CPC e dal DPR 180/1950 può èssere interpretato liberamente dai Giudici.

Nelle udienze civili quando ci si trova di fronte ad un cedolino gravato da più trattenute (pignoramenti, cessioni, recuperi etc.).

A quanto ci risulta, la discrezionalità del Giudice, che già di per se è insindacabile, in queste situazioni aumenta ancora di più consentendogli di soddisfare entrambi.

Quindi invece del quinto, può succedere che venga disposto un decimo/un settimo, può succedere che il còmputo di una cessione venga evitato o addirittura in casi estremi, la cessione stessa potrebbe essere sospesa per un certo periodo.

In somma quando la busta paga è falcidiata da troppe trattenute non esiste un calcolo pignoratizio esatto e preciso in previsione, ma bisogna affidarsi a diverse e variegate opzioni a disposizione del Giudice.

Share: