R.d.C : Come calcolare se spetta o meno.

Per questo R.d.C. nato in fretta e furia, ben sappiamo che prima sono partite la domanda e poi han varato la Legge si sono create false aspettative.

Vuoi perché la materia nello specifico è stata da subito di difficile interpretazione, vuoi perché, chi era devoluto a fornire spiegazioni non lo ha fatto. (CAF)

Leggendo il modulo Inps e le istruzioni per la compilazione, mi saltò subito in evidenza questa frase.

L’ISEE deve essere inferiore a 9.360 (780 x 12) e il reddito non deve essere superiore a 6.000 €

Poi ovviamente entravano formule, formulette parametri che anche se superati andavano comunque al max conteggiati come 2,1 ed ammetto che questa fase ha assorbito tutta la mia attenzione distogliendomi dal reale PALO più che paletto.

Ecco qui il punto che non mi è mai tornato, non mi vergogno a dire che ci sono arrivato dopo 45 giorni dalla data di presentazione delle domande.

E anche a fortuite ( si fa per dire) circostanze.

Ho dovuto scandagliare il web raccogliendo briciole, e facendone un mucchietto, per poi estrarre la soluzione, che a spiegarla adesso sembra di semplice logica.

NON è così, discutendo con un tuttologo da tastiera mi son preso dell’incompetente ignorante , ma costui è estremista di parte, avrà una GRANDISSIMA delusione, come tanti.

Nello specifico nel RdC l’ISEE come valore finale non ha la stessa valenza come per le varie e consuete agevolazioni, dal bonus elettricità e Gas (sotto gli 8.300) o per lo scuolabus dei bambini, la mensa e quant’altro ben conoscete.

L’ISEE per il RdC tiene conto del reddito familiare, che è quella cifra di 6.000 € riportata sopra.

Ebbene si:

Se guadagni 500 € mese e vivi nella casa ereditata dal nonno NON hai diritto a nulla.

Se siete due adulti, ( e qui diciamo è…buffo)  con reddito ZERO e poi scrivono soglia ISEE – 8.400 (?) come si fa con zero reddito ISEE 8.400, (!) forse rende la casa, SENZA AFFITTO, SENZA MUTUO, SPETTANO…700 € TOTALI.

 

Ve l’ho fatta breve, leggetevi la tabella.

 

Lascia un commento