Recuperatori del credito.

IL CODICE DEONTOLOGICO DELL’UNIREC
Prevede:

NON POSSONO

usare o minacciare l’uso della forza
danneggiare o minacciare di danneggiare beni di vostra proprietà
bloccare l’accesso a casa vostra o bloccare il vostro passaggio
entrare in casa senza permesso o rifiutarsi di andarsene se intimati a farlo.

NON POSSONO

urlare, intimidire, offendere
contattarvi con frequenza snervante o in orari assurdi per sfiancarvi e esaurirvi
minacciare / molestare il coniuge, partner, familiare o altra persona
effettuare un contatto non autorizzato con un minore
parlare ad altri della vostra situazione [tra cui familiari, vicini di casa o colleghi di lavoro]
attirare l’attenzione altrui con lettere aperte, messaggi che possono ascoltare/capire terzi estranei tipo vicini di casa, colleghi di lavoro etc.

NON POSSONO

contattare il vostro coniuge / partner se non sono garanti o fideiussori del debito
rilasciare false dichiarazioni in merito a ciò che accadrà se il debito non viene estinto. Ad esempio che il mancato pagamento è un illecito penale con possibilità di denuncia alla polizia o di carcere. Oppure che possono portarvi via i figli minori ( è stato minacciato anche questo)

NON POSSONO

inviare lettere di intimazione al pagamento redatte in modo da sembrare atti giudiziari (fanno anche questo usando buste di colore verde come quelle degli atti giudiziari)
fingere di essere avvocati, o di agire per conto di un tribunale.(Usanza mooolto diffusa )

SONO TENUTI INVECE

a presentarsi al debitore con discrezione, avendo il massimo rispetto delle persone contattate e della loro vita privata
non qualificarsi in nessun caso con titoli, qualifiche, incarichi e/o funzioni non veritiere perchè si incappa nel reato di millantato credito.

Svolgere l’attività nella massima riservatezza e segretezza professionale, con divieto assoluto di divulgare, anche parzialmente a chicchessia notizie relative al proprio mandato professionale.

Share: