Reddito di Cittadinanza. Le richieste vanno rinnovate tra 6 mesi

Reddito di cittadinanza, vecchia domanda da aggiornare tra 6 mesi
A chiarirlo è la legge di conversione del decreto su reddito cittadinanza e quota 100 all’esame alla Camera.

Le domande vecchie dovranno essere adeguate ai requisiti aggiornati dalla conversione in legge del dl n. 4/2019 per non perdere il sussidio. Le modifiche ai requisiti avranno effetto dall’entrata in vigore della legge di conversione.

Per questo motivo è stata inserita una norma di salvaguardia per le richieste presentate sulla base della disciplina vigente del decreto legge n. 4/2019.

La norma stabilisce che i benefici riconosciuti sulle richieste presentate prima dell’entrata in vigore della legge di conversione sono erogati per un massimo di sei mesi, «anche se prive – si legge – dell’eventuale ulteriore certificazione, documentazione o dichiarazione sul possesso di requisiti richiesta dalle norme introdotte in sede di conversione».

Le nuove norme dunque dovrebbero riguardare le domande presentate nel primo turno ossia nel mese di marzo, dal 6 al 31 marzo. Gli ammessi al beneficio potranno averlo fino a settembre (da aprile) ed entro quella data dovrà ripresentare la domanda, eventualmente sia interessato alle modifiche dei requisiti.

Nell’idea dei Legislatori, si presuppone dato che la richiesta è basata sulla dichiarazione dei redditi del 2017, che nel frattempo, nel 2018 alcuni abbiano avuto una situazione patrimoniale reddituale migliorativa e pertanto potrebbero non rientrare nei parametri.

E altresì possibile il contrario, ciò che chi aveva un reddito fuori dai parametri per ottenerlo in base alle retribuzioni del 2017, nel 2018 invece ha subito una variazione in negativo, e quindi l’ingresso all’interno dei parametri.

Entro il mese di Ottobre andrà presentata nuova domanda con i dati aggiornati, per i soggetti per i quali l’Inps è sostituto di imposta, da Settembre sarà disponibile sul sito il modello ISEE precompilato.

Un’ulteriore agevolazione, tra l’altro certificata.