Agos rivalsa su eredi

Il difficile rapporto con le società di recupero crediti.
Regole del forum
Il titolo dell'argomento deve rendere l'idea della problematica. Il titolo deve iniziare con la lettera maiuscola e terminare con il punto. Vietate le parole " Aiuto" e "Urgente"
Messaggio
Autore
blow912

Nuovo Utente
Messaggi: 6
Iscritto il: 6 nov 2017, 15:28

Agos rivalsa su eredi

#1 Messaggio da leggere da blow912 » 18 giu 2018, 14:20

Buongiorno, vi racconto un po la mia situazione, mia madre del 2015 chiese un prestito ad agos per un totale di 30.000 euro ( prestito piu carta revolving). Come garante del prestito si fece avanti mio padre. Nel 2016, viene a mancare mio padre ( garante del prestito) e diventa impossibile sostenere i costi della rata del prestito. Fino ad oggi si sono succedute moltissime società di recupero credito che abbiamo regolarmente ignorato. Ultimamente io e mio fratello abbiamo deciso di rinunciare all'eredità di nostro padre, tranne nostra madre in quanto ha compiuto un accettazione tacita di eredità mantenendo il conto aperto cointestato con il mio defunto padre. La rinuncia è stata fatta sopratutto perchè io e mio fratello siamo intestatari di un immobile. Prima di questa rinuncia però ho commesso un sbaglio, c'era una raccomandata alle poste in giacenza indirizzata mio padre. Un po per ignoranza e po perchè mi fidai del dipende delle poste ritirai la raccomandata firmando una dichiarazione sostitutiva di notorietà. (il dipende stesso e le poste a telefono mi garantirono che non era accettazione di eredità cosa che poi ho riscontrato non vera bye2.gif ). La raccomandata riguardava un sollecito di pagamento da parte di una società elettrica. Inoltre la raccomandata diceva che le quote di canone tv non pagate erano state segnalate a Equitalia. Secondo voi l'agos è venuta già a conoscenza della mia situazione ? Devo temere azioni di rivalsa nei miei confronti per il recupero della cifra? Cosa posso fare ? vi ringrazio.

Avatar utente
cagliostro49

Esperti
Messaggi: 26923
Iscritto il: 23 ott 2010, 21:03

Re: Agos rivalsa su eredi

#2 Messaggio da leggere da cagliostro49 » 18 giu 2018, 14:35

blow912 ha scritto:
18 giu 2018, 14:20
Buongiorno, vi racconto un po la mia situazione, mia madre del 2015 chiese un prestito ad agos per un totale di 30.000 euro ( prestito piu carta revolving). Come garante del prestito si fece avanti mio padre. Nel 2016, viene a mancare mio padre ( garante del prestito) e diventa impossibile sostenere i costi della rata del prestito. Fino ad oggi si sono succedute moltissime società di recupero credito che abbiamo regolarmente ignorato. Ultimamente io e mio fratello abbiamo deciso di rinunciare all'eredità di nostro padre, tranne nostra madre in quanto ha compiuto un accettazione tacita di eredità mantenendo il conto aperto cointestato con il mio defunto padre. La rinuncia è stata fatta sopratutto perchè io e mio fratello siamo intestatari di un immobile.

Mai sentito che una confraternita finanziaria aggredisca l'asse ereditario per recuperare un finanziamento incagliato. Tuttavia è stata una misura prudenzialmente oculata.........

Prima di questa rinuncia però ho commesso un sbaglio, c'era una raccomandata alle poste in giacenza indirizzata mio padre. Un po per ignoranza e po perchè mi fidai del dipende delle poste ritirai la raccomandata firmando una dichiarazione sostitutiva di notorietà. (il dipende stesso e le poste a telefono mi garantirono che non era accettazione di eredità cosa che poi ho riscontrato non vera bye2.gif ). La raccomandata riguardava un sollecito di pagamento da parte di una società elettrica. Inoltre la raccomandata diceva che le quote di canone tv non pagate erano state segnalate a Equitalia. Secondo voi l'agos è venuta già a conoscenza della mia situazione ? Devo temere azioni di rivalsa nei miei confronti per il recupero della cifra? Cosa posso fare ? vi ringrazio.
Non capisco perchè per ricevere una raccomandata intestata a tuo padre (anche se defunto) tu abbia dovuto firmare un atto notorio,a meno che il plico,non contenesse una somma,un titolo da incassare. Ma l'atto notorio sarebbe servito per l'incasso,non per la notifica della missiva. In quanto al fatto che Agos sia al corrente di chissà che,stai tranquillo. Sei solo una goccia d'acqua in un mare di insoluti.........

LA NOBILTA' DELLO SCHIAVO E' LA RIBELLIONE !

blow912

Nuovo Utente
Messaggi: 6
Iscritto il: 6 nov 2017, 15:28

Re: Agos rivalsa su eredi

#3 Messaggio da leggere da blow912 » 18 giu 2018, 14:55

Innanzitutto ti ringrazio per aver risposto. Quindi non devo temere per l'immobile a me intestato? Anche perchè non abbiamo notizie di agos da marzo di quest'anno e l'ultima lettera intimava il pagamento totale in un unica soluzione ( già si è verificata la decadenza del benificio). Non so perchè le poste abbiano agito così, che poi il dipendente mi assicurò che quel modulo che compilai per il ritiro rimane interno alle poste (non so quanto sia vera la cosa dato che comunque con il medesimo ho compiuto un accettazione tacita). Inoltre la principale intestataria del debito ( mia madre) ha una pensione di quasi 1700 euro ( con già applicata la cessione del quinto) e inoltre l'eredità di mio padre consiste in un immobile che dovrebbe essere diviso tra mia madre e i fratelli del defunto. Non penso che a questo punto si rifacciano sul mio immobile no ?

Avatar utente
cagliostro49

Esperti
Messaggi: 26923
Iscritto il: 23 ott 2010, 21:03

Re: Agos rivalsa su eredi

#4 Messaggio da leggere da cagliostro49 » 18 giu 2018, 19:00

blow912 ha scritto:
18 giu 2018, 14:55
Innanzitutto ti ringrazio per aver risposto. Quindi non devo temere per l'immobile a me intestato? Anche perchè non abbiamo notizie di agos da marzo di quest'anno e l'ultima lettera intimava il pagamento totale in un unica soluzione ( già si è verificata la decadenza del benificio). Non so perchè le poste abbiano agito così, che poi il dipendente mi assicurò che quel modulo che compilai per il ritiro rimane interno alle poste (non so quanto sia vera la cosa dato che comunque con il medesimo ho compiuto un accettazione tacita).

Ribadisco : mai sentito che per la ricezione di una raccomandata indirizzata al genitore defunto,occorre un atto notorio. Allora per il subentro di un c/c cosa ci vorrebbe,un Notaio al seguito ?

Inoltre la principale intestataria del debito ( mia madre) ha una pensione di quasi 1700 euro ( con già applicata la cessione del quinto) e inoltre l'eredità di mio padre consiste in un immobile che dovrebbe essere diviso tra mia madre e i fratelli del defunto. Non penso che a questo punto si rifacciano sul mio immobile no ?
Al 90% il tuo immobile non corre alcun pericolo in quanto voi fratelli siete estranei al debito ed avete pure rinunciato all'eredità. Per quel 10% di fisiologico dubbio,ti suggerirei di chiedere un parere professionale definitivo se conosci un civilista e/o un Notaio affidabili.
LA NOBILTA' DELLO SCHIAVO E' LA RIBELLIONE !

Rispondi